Loading Search Results...

There are no results for your search term.

01.12.2020

L’ANQ pubblica l’analisi 2018 delle riammissioni in ospedale

L’Associazione nazionale per lo sviluppo della qualità in ospedali e cliniche (ANQ) pubblica oggi l’analisi 2018 delle riammissioni in ospedale potenzialmente evitabili. Sulla base della statistica medica dell’Ufficio federale di statistica, sono state considerate oltre 890'000 dimissioni da 193 ospedali.

L’analisi delle riammissioni potenzialmente evitabili negli ospedali acuti svizzeri, commissionata dall’ANQ e svolta sulla base dei dati 2018 della statistica medica dell’Ufficio federale di statistica, include in totale 891‘040 degenze in 193 istituti somatici acuti/sedi.

Lo studio tiene conto della qualità dei dati dei singoli ospedali e di un modello di aggiustamento che considera le differenze nella struttura dei pazienti. Per ogni istituto, sono stati calcolati i tassi osservati e quelli attesi, e il conseguente rapporto tra i due tassi per il 2018.

I risultati più importanti

Tenendo conto di tutti gli ospedali, il tasso osservato di riammissioni potenzialmente evitabili è pari al 4,6% di tutte le dimissioni analizzabili, quello atteso al 4,5%. Il rapporto tra i due tassi è dunque 1,03, allo stesso livello di quello del 2017 (1,04).

In 26 nosocomi sono state rilevate più riammissioni potenzialmente evitabili di quanto ci si aspettava in base alla struttura dei pazienti, un dato in calo rispetto agli anni precedenti, quando a divergere dalla norma erano stati 33 (2017), rispettivamente 47 (2016) ospedali.

Si conferma la tendenza già riscontrata nel 2017, secondo la quale si rilevano tassi maggiori alle attese quando la degenza è più lunga o più breve del previsto.

Per la prima volta, è stato reso noto anche il tasso di riammissioni potenzialmente evitabili nell’arco di un determinato lasso di tempo: il 40% circa delle riammissioni è avvenuto entro sette giorni dopo la dimissione, il 25% dopo 8-14 giorni, il 25% dopo 15-30 giorni.

Nell’84,5% dei casi esaminati, i pazienti sono stati riammessi nello stesso istituto. Tra i possibili motivi, il rapporto comparativo nazionale menziona l’aspetto della raggiungibilità (vicinanza al domicilio) e la continuità della presa a carico (buona conoscenza della situazione del paziente).

Risultati non utilizzabili per classifiche di ospedali/cliniche

I risultati delle misurazioni dell’ANQ non consentono di stilare classifiche serie. Ogni risultato rappresenta infatti solo un aspetto e non dice nulla sulla qualità complessiva di un istituto. Lo stesso vale per le graduatorie allestite sulla base degli esiti di più misurazioni dell’ANQ.

Rapporto con grafici

GLOSSARIO ANQChiudi

GLOSSARIO ANQ Vai al glossario completo